Reviews by Roberto Guarchi

The Secret Order: Shadow Breach
 – 

Avventura intrigante

Partiamo per una lunga avventura in bilico tra tecnologia e fantasy caratterizzata da belle immagini, scene cinematiche di qualità e musiche-voci-suoni di valore. La storia è intrigante e il percorso da affrontare è ricco di azioni coinvolgenti. I puzzle con oggetti nascosti sono complessi ma ben articolati, mentre i mini-giochi si presentano di livello facile/medio, a parte l'"odioso" gioco delle biglie colorate da abbinare. L'uso del "braccialetto" rappresenta un buon elemento aggiuntivo che inserisce un tocco di "magia" nel nostro viaggio. L'interfaccia grafico delle conquiste è accattivante, e il racconto complessivo viene arricchito grazie alle "pergamene" da raccogliere lungo il percorso.Complessivamente, si tratta di un game realizzato con sufficiente cura e buona professionalità, e quindi lo consiglio assegnando tre stelle perché qui è solo in inglese. Giocato con iMac OS X 10.11.6 El Capitan.

by Roberto Guarchi, Italy - Jun 7th 2019
Was this helpful? Yes No

Stormhill Mystery: Family Shadows
 – 

Anche in italiano - Impegno e professionalità

Da Specialbit Studio un buon gioco i cui punti di forza sono le belle immagini e una trama coinvolgente anche se "classica" (un figlio che deve salvare i genitori perduti). Di un certo interesse il meccanismo della "stanza chiusa" da cui si deve uscire con gli oggetti disponibili sulla scena, che viene proposto più volte. Non ci sono scene con oggetti nascosti, mentre i mini-giochi sono presenti in modo non eccessivo e soltanto verso il finale si fanno particolarmente complessi. Buona la mappa. Peccato che l'attenzione richiesta per la ricerca degli oggetti trasformabili distragga un po' dall'azione complessiva. E' presente anche una "partita extra" ben realizzata ambientata nelle stesse scene del gioco principale (però 17 anni prima...) ed i traguardi da raggiungere sono (giustamente, a mio parere) pochi. Buone la traduzione in italiano e le musiche. A Specialbit Studio, che si definisce un "piccolo studio indipendente ucraino", vanno riconosciuti l'impegno e la professionalità dimostrati con questo game, che fanno ben sperare per il futuro. Quattro stelle e l'invito ad acquistarlo.

[From Specialbit Studio a good game whose strengths are the beautiful images and an engaging though "classic" storyline (a child who must save lost parents). The mechanism of the "closed room" from which one has to go out with the objects available on the scene, which is proposed several times, is of some interest. There are no scenes with hidden objects, while the mini-games are present not excessively and only towards the end they become particularly complex. Good map. It is a pity that the attention required for the search for transformable objects is a little distracting from the overall action. There is also a well crafted "extra game" set in the same scenes as the main game (though 17 years earlier ...) and the goals to be achieved are (rightly, in my opinion) few. Good translation in Italian and music. At Specialbit Studio, which defines itself as a "small independent Ukrainian studio", the commitment and professionalism shown in this game must be recognized, which bode well for the future. Four stars and the invitation to buy it.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 24th 2019
Was this helpful? Yes No

The Last Dream: Developer's Edition
 – 

Anche in italiano - Storia lineare, e qualche elemento originale

Si tratta di un gioco con una storia lineare, musiche passabili (con una bella canzone nel finale della storia principale), immagini ben realizzate, un po' di sana ironia sulle azioni che dobbiamo compiere... e qualche elemento originale che ne fanno un game da giocare. Spicca piacevolmente su tutto la presenza del piccolo gatto che ci aiuterà nei passaggi cruciali ed è realizzato con una particolare cura tecnica e grafica. Buone le scene con FrOGs (oggetti frammentati), mentre i mini-giochi mi sembrano un po' troppo "appiccicati" all'interno della storia. L'utilizzo di filmati con figure umane per i protagonisti forse vuole essere originale, ma non lo è (si veda "Questerium: Sinister Trinity HD Collector's Edition"). Di certo un elemento positivo è il fatto che, in assenza di una mappa, l'aiuto si ricarica velocemente, quindi non c'è troppo da "affaticarsi" il cervello per andare avanti. Ed è anche apprezzabile la presenza di un gioco extra. Il mio personale parere è che vale la pena di giocarci soprattutto se lo trovate a prezzo scontato: al suo prezzo pieno ci sono games di ben altra qualità, almeno dal punto di vista tecnico.

[It is a game with a linear story, passable music (with a beautiful song in the end of the main story), well-made images, a bit of healthy irony about the actions we need to take ... and some original elements that make it a game to play. It stands out nicely on the whole presence of the little cat that will help us in the crucial passages and is made with a particular technical and graphic care. Good scenes with FrOGs (fragmented objects), while the mini-games seem to me a bit too "stuck" in the story. The use of movies with human figures for the protagonists perhaps wants to be original, but it is not (see "Questerium: Sinister Trinity HD Collector's Edition"). Certainly a positive element is the fact that, in the absence of a map, the help is quickly recharged, so there is not too much to "fatigue" the brain to move forward. And the presence of an extra game is also appreciable. My personal opinion is that it is worth playing with it especially if you find it at a discounted price: at its full price there are games of a very different quality, at least from a technical point of view.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 24th 2019
Was this helpful? Yes No

Skyland: Heart of the Mountain
 – 

Gioco ottimo

Dall'abbinata Artifex/Cordelia Games ecco un ottimo gioco (qui solo in inglese, peccato...) che oscilla tra lo stile steampunk ed il fantasy. "Skyland" si caratterizza per l'alta qualità della storia, insieme a buone musiche, voci all'altezza del racconto e immagini/filmati eccellenti. Le scene con oggetti nascosti sono coinvolgenti e ben realizzate (ma meno di 20 secondi per completarne una e ottenere una "conquista" sembra impresa impossibile), mentre i mini-giochi sono facilmente affrontabili. La presenza del "guanto dell'ingegnere" aggiunge elementi di gioco ben presentati. Prestate attenzione a "quelli che si arrampicano in alto", e aguzzate bene la vista per gli oggetti collezionabili. Ottima la mappa. In sintesi, qualità e professionalità che meritano di essere valorizzate: nulla da eccepire, si tratta di un game da quattro stelle piene, assolutamente da acquistare. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[From the combined Artifex / Cordelia Games here is an excellent game (here only in English, pity ...) that oscillates between the steampunk style and the fantasy. "Skyland" is characterized by the high quality of the story, along with good music, voices up to the story and excellent images / videos. Scenes with hidden objects are engaging and well-crafted (but less than 20 seconds to complete one and obtaining a "conquest" seems an impossible feat), while mini-games are easily tackled. The presence of the "engineer glove" adds well presented game elements. Pay attention to "those who climb high", and sharpen the view well for collectible objects. Excellent map. In summary, quality and professionalism that deserve to be valued: nothing to complain about, it is a game of four full stars, absolutely to be purchased. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Apr 19th 2019
Was this helpful? Yes No

Enigmatis: The Mists of Ravenwood
 – 

Interessante, con qualche difetto

In termini di puro racconto, di atmosfere, di ritmo della narrativa, Enigmatis anche con questo episodio si conferma tra le saghe più interessanti tra i titoli di Artifex. Manca la lingua italiana, ma il game è comunque sufficientemente giocabile. Ci troviamo davanti a vicende al limite tra l'esoterico e il religioso e, dal punto della giocabilità, è da apprezzare l'ottima cura nei dettagli a partire dalle scene con oggetti nascosti, mentre purtroppo la varietà dei mini-giochi non è altissima: molti si basano sul movimento contemporaneo di più elementi. Altro elemento negativo è la presenza di una mappa non molto dettagliata, che costringe a ricorrere spesso all'aiuto per capire dove occorre andare. Quattro stelle perché è davvero un peccato che non sia anche in lingua italiana... per lo sviluppatore un'occasione persa per ampliare il numero degli acquirenti!

[In terms of pure narration, atmospheres, of the rhythm of the narrative, Enigmatis also with this episode is confirmed as one of the most interesting sagas among the titles of Artifex. The Italian language is missing, but the game is still sufficiently playable. We are faced with events at the limit between the esoteric and the religious and, from the point of playability, it is to appreciate the excellent attention to detail from the scenes with hidden objects, while unfortunately the variety of mini-games is not very high: many are based on the simultaneous movement of multiple elements. Another negative element is the presence of a map that is not very detailed, which forces us to resort often to help to understand where it is needed to go. Four stars because it is really a pity that it is not even in Italian ... for the developer a lost opportunity to increase the number of buyers!]

by Roberto Guarchi, Italy - Dec 8th 2018
Was this helpful? Yes No

Nightmares from the Deep: The Siren's Call Collector's Edition
 – 

Assolutamente, 4 stelle

Purtroppo qui è solo in inglese, ma si tratta di un gioco notevole, degna prosecuzione di "Il cuore maledetto" (consigliassimo!). Le musiche, le scene cinematiche e le immagini sono di ottima qualità, e la storia è davvero tutta da apprezzare, capitolo bonus compreso. Le scene con oggetti nascosti sono ricche e ben congegnate, mentre i mini-giochi sono difficili al punto giusto (almeno per me). C'è da prestare attenzione per trovare tutti gli oggetti degli obiettivi... ma fa parte del gioco. Voto: assolutamente 4 stelle (ci sono alcuni difetti tecnici secondari), io lo consiglio. A voi la decisione finale.

[Unfortunately, here it is only in English, but it is a remarkable game, worthy continuation of "The cursed heart" (we recommend!). The music, cinematic scenes and images are of excellent quality, and the story is really to be appreciated, including bonus chapter. The scenes with hidden objects are rich and well thought out, while the mini-games are difficult at the right point (at least for me). Care must be taken to find all the objectives objects ... but it's part of the game. Vote: absolutely 4 stars (there are some minor technical defects), I recommend it. The final decision is yours.]

by Roberto Guarchi, Italy - Dec 8th 2018
Was this helpful? Yes No

Lost Lands: The Golden Curse Collector's Edition
 – 

Un lungo fantastico viaggio - A long fantastic journey

Delle molte qualità e dei pochissimi difetti delle produzioni Five-Bn ho già scritto. Di questo gioco (qui, purtroppo, solo in inglese) vorrei prima di tutto mettere in risalto le illustrazioni ed i filmati realistici, di alta qualità e molto curati nei particolari (ad esempio, all'inizio del gioco si osservi il "tocco" favoloso della nuvola in movimento riflessa nella pozzanghera mentre parla Maaron). Passiamo alla storia: come sempre, è un racconto molto denso e pieno di spunti narrativi, che parte da una ben strana maledizione: l'azione di un cuore puro che scatena il male. Così si spiega il filmato iniziale e da qui inizia il nostro lungo viaggio che ci porterà in fantastici scenari dove incontreremo favolosi personaggi e mille sorprese. Dal punto di vista della tecnica e delle azioni di gioco, si conferma tutta la "ricchezza" di Five-Bn, con in più la necessità di raccogliere gli oggetti moderni caduti dalla borsa di Susan per compiere alcune azioni! Ps: lunga vita ha chi ha inventato il sistema della mappa e la guida strategica. Quattro stelle, consiglio di acquistarlo!

[I have already written about the many qualities and the very few defects of the Five-Bn productions. Of this game (here, unfortunately, only in English) I would like first of all to highlight the realistic illustrations and movies, high quality and very accurate in detail (for example, at the beginning of the game you observe the "touch" fabulous of the moving cloud reflected in the puddle while talking Maaron). Let's move on to the story: as always, it is a story very dense and full of narrative cues, which starts from a very strange curse: the action of a pure heart that triggers evil. This explains the initial film and from here begins our long journey that will take us to fantastic scenarios where we will meet fabulous characters and a thousand surprises. From the point of view of technique and game actions, all the "wealth" of Five-Bn is confirmed, plus the need to collect modern objects fallen from Susan's purse to perform some actions! Ps: long life has who invented the map system and strategic guidance. Four stars, I recommend buying it!]

by Roberto Guarchi, Italy - Oct 12th 2018
Was this helpful? Yes No

Tiny Tots Zoo Volume 1
 – 

Semplice semplice - Multilingue

Un gioco per bambini/e molto infantile e decisamente semplice, perché propone solo due possibilità d'azione: l'inserimento di sagome su uno sfondo e il meccanismo del puzzle. La prima nota positiva è che il gioco è multilingue ed è presente anche l'italiano. Altra nota positiva: le scene ed i puzzles proposti sono molti, quindi il game è abbastanza longevo. Tre stelle (perché si nota un certo sforzo nella realizzazione) e il consiglio di acquistarlo se lo trovate a un prezzo super-scontato. Come ho già scritto in passato per altri games: si possono trovare giochi per i più piccoli di livello molto superiore a questo, anche dal punto di vista educativo.

[A game for children and very childish and very simple, because it offers only two possibilities for action: the insertion of silhouettes on a background and the mechanism of the puzzle. The first positive note is that the game is multilingual and Italian is also present. Another positive note: the scenes and puzzles are many, so the game is quite long-lived. Three stars (because you notice a certain effort in the realization) and the advice to buy it if you find it at a super-discounted price. As I have already written in the past for other games: you can find games for children of a level much higher than this, even from an educational point of view.]

by Roberto Guarchi, Italy - Sep 10th 2018
Was this helpful? Yes No

Evil Pumpkin: The Lost Halloween
 – 

Tentativo non riuscito

Nella prima parte di questo gioco resterete spesso frustrati e spiazzati (colpa anche dell'assenza di una mappa), ma quando con tanta pazienza troverete la strada (e la mappa) inizierete un lungo viaggio per andare alla scoperta di un grande segreto grazie alla curiosità di Van Hallows, un ragazzo molto particolare. Lo sviluppatore Two Desperados (che ha firmato anche il buon "La macchina dei sogni del Dottor Magnus 2") prova a coinvolgerci in tutto questo, però ci riesce a fatica: la storia ha una sua linearità ma finisce per essere appesantita da citazioni "storpiate" di titoli famosi, funambolismi letterari e rime baciate di basso livello, mentre le scene con oggetti nascosti sono in stile classico (inutilmente piene) ed i mini-giochi peccano di originalità (con istruzioni non sempre chiare). Sarete chiamati a individuare nelle scene i "pipistrelli" (utili, perché ricaricano l'aiuto) e vari oggetti necessari per decorare un negozio ed un cortile/giardino: una "fatica", quest'ultima, di cui non si vede la necessità e che rallenta l'azione. Anche il doppio inventario risulta essere solo un ostacolo nella progressione fluida dell'avventura. Si salvano le immagini ben realizzate, e le musiche non banali. Il tentativo sembra essere quello di proporre un game surreale, ironico e un po' pazzo (e questo ci sta, considerato il tema "Halloween"), purtroppo il risultato non è dei migliori. Il consiglio è di giocarlo unicamente se lo trovate ad un prezzo super-scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[In the first part of this game you will often remain frustrated and displaced (also due to the absence of a map), but when you will find the road (and the map) you will begin a long journey to discover a great secret thanks to curiosity by Van Hallows, a very particular boy. The developer Two Desperados (who also signed the good "The Dream Machine of Doctor Magnus 2") tries to involve us in all this, but we can hardly: the story has its linearity but ends up being burdened by quotes "crippled" "of famous titles, literary funambulism and low-level kissed rhymes, while the scenes with hidden objects are in classic style (uselessly full) and the mini-games sin of originality (with instructions not always clear). You will be asked to identify in the scenes the "bats" (useful, because they reload the help) and various objects needed to decorate a shop and a courtyard / garden: a "fatigue", the latter, which you do not see the need and which slows down the action. Even the double inventory turns out to be only an obstacle in the smooth progression of the adventure. The well-made images and the non-trivial music are saved. The attempt seems to be to propose a game surreal, ironic and a bit 'crazy (and this is there, considering the theme "Halloween"), unfortunately the result is not the best. The advice is to play it only if you find it at a super-discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Jul 27th 2018
Was this helpful? Yes No

Endless Fables: Frozen Path Collector's Edition
 – 

Avvincente, anche se si può fare di meglio

Ci viene proposto un viaggio molto longevo, "denso" e avvincente nelle leggende nordiche, con belle immagini, ottima musica e (alcuni) filmati davvero di grande valore. Le scene con oggetti nascosti vengono proposte con diverse modalità d'approccio, mentre i mini-giochi sono mediamente facili tranne alcuni che presentano elementi di complessità. Da apprezzare, oltre ai "soliti" extra, l'utilizzo del "collezionista di prove" e l'avventura bonus davvero ben fatta. Elemento negativo: la ricerca attenta di tutti gli oggetti collezionabili rallenta di molto l'azione, e "soffoca" il "pathos" della storia. Tre stelle, ma consiglio comunque di giocarci. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[We are proposed a very long-lived, "dense" and compelling journey in the Nordic legends, with beautiful images, excellent music and (some) really great movies. Scenes with hidden objects are proposed in different ways of approach, while mini-games are fairly easy except for some that present elements of complexity. In addition to the "usual" extras, to be appreciated the use of the "evidence collector" and the bonus adventure really well done. Negative element: the careful research of all collectible objects slows down the action, and "suffocates" the pathos of the story. Three stars, but I still recommend to play with it. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Jul 4th 2018
Was this helpful? Yes No

House of 1000 Doors: Evil Inside Collector's Edition
 – 

Davvero notevole

Questo game in stile "fantasy dark", sviluppato da Alawar e Logris Games, è davvero notevole. E' basato sulla stessa struttura e sullo stesso concetto di "portale" degli altri tre giochi della serie "House of 1000 doors", ma ci fa viaggiare in numerosi luoghi fantastici per un'avventura contro un virus distruttivo incredibilmente lunga, avvincente e ben articolata. Molte delle scene con oggetti nascosti propongono anche numerose interazioni interessanti, mentre i mini-giochi hanno piacevoli spunti di creatività ed originalità sebbene siano mediamente di facile soluzione. La possibilità di usare il cronografo e il potere che si sviluppa dalla mano destra della protagonista, insieme alla necessità di ricorrere all'aiuto del monocolo e della piccola gatta Arya in determinate situazioni rendono la progressione dell'azione decisamente intrigante. Ogni singola immagine è davvero di ottima qualità, con colori incredibili e un'illuminazione adeguata. La mappa ed il diario sono ben sviluppati, le scene cinematiche sono fantastiche, le musiche e le colonne sonore sono di alto livello, mentre la guida strategica è utile e ben presentata. E' disponibile anche un capitolo bonus, e gli altri extra includono sfondi, realizzazioni, making of, cutscenes, colonne sonore, concept art e oggetti da collezione ben "mimetizzati" nelle scene. Purtroppo è solo in inglese, e questo è un vero peccato! Complessivamente, si tratta di un ottimo gioco con una storia complessa, e quindi lo consiglio senza alcun dubbio assegnando quattro stelle (e non cinque proprio perché non è disponibile anche in italiano). A voi la decisione finale, tenendo presente che su questo store i giochi distribuiti da Alawar vengono periodicamente proposti a prezzo scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[This "fantasy dark" style game, developed by Alawar and Logris Games, is truly remarkable. It is based on the same structure and on the same concept of "portal" of the other three games in the series "House of 1000 doors", but it makes us travel in many fantastic places for an adventure against an incredibly long destructive virus, compelling and well articulated . Many of the scenes with hidden objects also offer many interesting interactions, while the mini-games have pleasant ideas of creativity and originality although they are moderately easy to solve. The possibility of using the chronograph and the power that develops from the right hand of the protagonist, together with the need to resort to the help of monocle and the little cat Arya in certain situations make the progression of the action very intriguing. Every single image is really of excellent quality, with incredible colors and adequate lighting. The map and the diary are well developed, the cinematic scenes are fantastic, the music and the soundtracks are of high level, while the strategic guide is useful and well presented. A bonus chapter is also available, and other extras include backgrounds, achievements, making of, cutscenes, soundtracks, concept art and collectibles that are well "camouflaged" in the scenes. Unfortunately it is only in English, and this is a real shame! Overall, this is an excellent game with a complex story, so I recommend it without any doubt assigning four stars (and not five because it is not available in Italian). The final decision is yours, bearing in mind that on this store the games distributed by Alawar are periodically offered at a discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Jun 24th 2018
Was this helpful? Yes No

Chronicles of The Witches and Warlocks
 – 

Poco originale, stile classico

Ecco un gioco longevo che inizia come un thriller investigativo per poi trasformarsi in un lungo viaggio tra strane sparizioni, fantasmi, allineamento di pianeti, alieni, buchi neri e persino quale sia lo scopo della vita. In realtà, la trama è solo un pretesto per catapultarci in un classico vortice di scene con oggetti nascosti, mini-giochi e puzzle che rappresentano l'essenza di questo game. Non aspettatevi quindi originalità e tensione narrativa: principalmente la protagonista deve usare i portali magici presenti nelle stanze di un albergo per muoversi tra varie epoche, risolvere enigmi e trovare i manufatti indispensabili per risolvere il caso. Le immagini, le scene cinematiche e le musiche sono comunque di buona qualità. Dal punto di vista del gameplay le scene con oggetti nascosti sono molto piene e a volte con oggetti in posizioni illogiche, mentre mini-giochi e puzzle sono quasi sempre facili. Inoltre, in numerose "pop screens" non è presente alcuna informazione che permetta di capire quale azione occorre compiere, e la mappa è decisamente rudimentale e di scarso aiuto. Positiva, invece, la funzione del diario. Infine, non esiste doppiaggio vocale ed è solo in inglese. Tre stelle, e il consiglio di giocarlo se lo trovate ad un prezzo scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[Here is a long-lived game that begins as an investigative thriller and then turns into a long journey through strange disappearances, ghosts, alignment of planets, aliens, black holes and even what the purpose of life is. In fact, the plot is just an excuse to catapult us into a classic vortex of scenes with hidden objects, mini-games and puzzles that represent the essence of this game. So do not expect originality and narrative tension: mainly the protagonist must use the magic portals in the rooms of a hotel to move between different eras, solve puzzles and find the indispensable artifacts to solve the case. The images, cinematic scenes and music are still of good quality. From the gameplay point of view scenes with hidden objects are very full and sometimes with objects in illogical positions, while mini-games and puzzles are almost always easy. Moreover, in many "pop screens" there is no information that allows you to understand what action must be taken, and the map is very rudimentary and of little help. Positive, however, the function of the diary. Finally, there is no voice dubbing and it is only in English. Three stars, and the advice to play it if you find it at a discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 25th 2018
Was this helpful? Yes No

9 Clues: The Secret of Serpent Creek
 – 

Per chi odia il lunedì...

Un gioco che, al di là dello stile fumettistico, rappresenta un buon insieme delle qualità che a mio parere dovrebbe avere un game di valore: storia lineare e ben fatta, scene con oggetti nascosti e mini-giochi sufficientemente difficili ma non "impossibili", musica adeguata e sequenze cinematiche coinvolgenti, ottima "modalità detective" (si veda anche "9 Clues- The Secret of Serpent Creek"), ricerca degli obiettivi non semplice. Quattro stelle per alcuni piccoli "bug" su iMac OS X. Il mio consiglio è quello di giocarlo, perché anche voi immagino che... come si afferma al termine della storia... odiate il lunedì!

[A game that, beyond the comics style, represents a good set of qualities that in my opinion should have a game of value: linear and well done history, scenes with hidden objects and mini-games sufficiently difficult but not "impossible", Adequate music and engaging cinematic sequences, excellent "detective mode" (see also "9 Clues - The Secret of Serpent Creek"), not simple goal research. Four stars for some small "bugs" on iMac OS X. My advice is to play it, because you also imagine that ... as you say at the end of the story ... you hate the Monday!]

by Roberto Guarchi, Italy - May 25th 2018
Was this helpful? Yes No

Eventide 3: Legacy of Legends
 – 

Ottima storia, ottimo gioco

Si tratta davvero di un ottimo gioco. La storia è lunga, coinvolgente e ricca di personaggi umani e non con cui interagire, percorrendo scenari ben realizzati e ricchi di particolari. Riceveremo anche una bella lezione sui danni dell'inquinamento, insieme a tanti altri piccoli spunti di "riflessione" sul rapporto tra l'uomo e la natura. Dal punto di vista della giocabilità, segnalo che molti oggetti collezionabili sono nascosti anche nelle "pop screens" e in alcuni mini-giochi: occhio quindi a non perderli! Alcune scene con oggetti nascosti sono davvero impegnative, mentre i mini-giochi si presentano in diverse occasioni con una vesta grafica "originale", sebbene alla fine siano abbastanza facili da superare (a parte quello con le biglie! In questo caso, ci vuole molta pazienza...). Buone le musiche ed i filmati. Unica piccola "pecca": lo stile grafico in alcuni tratti è un po' "fumettoso"... Peccato, perchè il realismo completo, anche se si tratta di un racconto di magia, avrebbe ancor più arricchito il game. Complessivamente, quattro stelle piene e il consiglio di giocarlo (qui non è in italiano, ma altrove...). Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[This is really an excellent game. The story is long, engaging and full of human characters and not to interact with, through scenarios well-made and full of details. We will also receive a nice lesson on the damage of pollution, along with many other small points of "reflection" on the relationship between man and nature. From the point of view of gameplay, I point out that many collectible objects are also hidden in the "pop screens" and in some mini-games: so watch out not to lose them! Some scenes with hidden objects are really challenging, while the mini-games are presented on several occasions with an "original" graphic design, although in the end they are quite easy to overcome (apart from the one with the marbles!) In this case, it takes a lot patience...). Good music and movies. Only small "flaw": the graphic style in some parts is a bit '"fumettoso" ... Too bad, because the complete realism, even if it is a story of magic, would have even more enriched the game. Overall, four full stars and the advice to play it (here it is not in Italian, but elsewhere ...). Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 25th 2018
Was this helpful? Yes No

The Treasures of Mystery Island 2: The Gates of Fate
 – 

Bizzarro e solo per divertirsi un po'

All'inizio questo gioco (qui NON disponibile in italiano) mi ha lasciato perplesso, per la sua staticità e per la storia decisamente "bizzarra". Eppure mi sono abbastanza divertito a finirlo, affrontando con pazienza (e a piccole dosi...) la ricerca delle quattro tessere dal portale magico indispensabili per far uscire i protagonisti Alex e Lisa dalla brutta situazione in cui si sono trovati. In questo game occorre muoversi di propria iniziativa e concentrarsi per determinare la "mossa" successiva da compiere percorrendo avanti ed indietro le scene dei vari capitoli. In realtà la storia è solo un "pretesto" per affrontare una lunga serie di scene con oggetti nascosti e/o oggetti frammentati e tanti mini-giochi alcune volte semplici, altre volte impegnativi (ma c'è il tasto "salta"). Non aspettatevi altro, e scordatevi l'ottima qualità del gioco successivo dal titolo "The treasures of mystery island - La nave fantasma": qui siamo indietro anni luce (leggete la mia recensione su di esso)! Lo consiglio soltanto per divertirsi un po', e unicamente se lo trovate ad un prezzo super-scontato. Tre stelle, e a voi la decisione finale. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[At the beginning this game (here NOT available in Italian) left me perplexed, for its static and for the story decidedly "bizarre". And yet I am quite amused to finish it, patiently facing (and in small doses ...) the search for the four cards from the magic portal that are indispensable for getting the protagonists Alex and Lisa out of the bad situation in which they found themselves. In this game you need to move on your own initiative and concentrate to determine the next "move" to be made by going back and forth the scenes of the various chapters. In reality, the story is just a "pretext" to face a long series of scenes with hidden objects and / or fragmented objects and many mini-games sometimes simple, sometimes challenging (but there is the "skip" button). Do not expect anything else, and forget the excellent quality of the next game entitled "The treasures of mystery island": here we are light years back (read my review on it)! I recommend it only for a little fun, and only if you find it at a super-discounted price. Three stars, and the final decision is yours. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 10th 2018
Was this helpful? Yes No

Kronville: Stolen Dreams
 – 

Sogni, realtà e complessità

Questo gioco presenta una storia complessa ed intrigante, in cui sogni e realtà si alternano in un percorso ricco di azione e sorprese. Nel ruolo di Astrid Missy, una psicologa infantile, si deve esplorare l'ambiente di Kronville e i mondi basati su diverse storie incentrate sui bambini (come Peter Pan e Alice nel Paese delle Meraviglie), entrando ed uscendo dalla terra dei sogni. Durante questo viaggio si dovrà interagire con personaggi diversi, anche attraverso vere e proprie conversazioni: le risposte date potranno influenzare il flusso della trama. Immagini, filmati e colonna sonora sono di qualità, e merita di essere sottolineato il fatto che gli sviluppatori hanno proprio "giocato" con la cupezza e la luminosità delle diverse ambientazioni per trasmettere il senso complessivo dell'avventura. Le scene di oggetti nascosti sono presentate con tante azioni diverse da compiere e molte di queste scene vanno affrontare più volte, rendendo il gameplay particolarmente interessante. Puzzle e mini-giochi sono di diverso tipo e ne vengono proposti alcuni di livello decisamente impegnativo ma non impossibile. La mappa è presente ma non è di comodo accesso, mentre il diario è fin troppo ricco di annotazioni. Purtroppo il game è soltanto in inglese, ma è comunque sufficientemente giocabile in questa lingua. Certo, ci vorrebbe anche l'italiano, e per comprendere meglio la storia suggerisco di leggere prima le recensioni presenti in rete. Lo consiglio, soprattutto se lo trovate ad un prezzo scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[This game presents a complex and intriguing story, in which dreams and reality alternate in a path full of action and surprises. In the role of Astrid Missy, a child psychologist, one must explore the Kronville environment and the worlds based on different stories centered on children (like Peter Pan and Alice in Wonderland), entering and exiting the land of dreams. During this trip you will have to interact with different characters, even through real conversations: the answers given will influence the flow of the plot. Images, movies and soundtrack are of quality, and it is worth underlining the fact that the developers have just "played" with the gloom and brightness of the different settings to convey the overall sense of adventure. Hidden object scenes are presented with many different actions to be performed and many of these scenes have to be faced several times, making the gameplay particularly interesting. Puzzles and mini-games are of different types and are proposed some very challenging but not impossible. The map is present but not easily accessible, while the diary is too full of annotations. Unfortunately, the game is only in English, but is still sufficiently playable in this language. Of course, it would also take Italian, and to better understand the story I suggest you first read the reviews on the net. I recommend it, especially if you find it at a discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 8th 2018
Was this helpful? Yes No

Mysteries of the Past: Shadow of the Daemon Collector's Edition
 – 

Apprezzabile e longevo

Un gioco Blue Brain Games che, pur non portando nulla di innovativo rispetto al genere, è comunque apprezzabile anche perché è abbastanza longevo (...se non userete lo "skip"). Si possono trascorrere alcune ore giocando piacevolmente grazie a una trama "ricca" che si dipana un po' troppo lentamente ma è comunque coinvolgente e articolata. Le immagini statiche, le musiche ed i filmati sono di buona qualità. Le scene con oggetti nascosti sono realizzate a più livelli e propongono una varietà di "meccanismi" d'azione abbastanza interessante. I mini-giochi non sono molto impegnativi, e troverete quasi tutti gli schemi fin ad oggi ideati... Non male! La mappa è ben organizzata, mentre il diario propone fin troppe annotazioni. Così come ci sono fin troppi dialoghi da dover "digerire". Non esistono "obiettivi" da sbloccare, e questo permette un'azione di gioco molto rilassata. E' presente un capitolo bonus, che in realtà rappresenta la conclusione della storia, con tanto di impegnativa battaglia finale e fuga verso la libertà. Purtroppo è soltanto in inglese, ma è comunque sufficientemente giocabile in questa lingua. Certo, ci vorrebbe anche l'italiano! Lo consiglio, soprattutto se lo trovate ad un prezzo super-scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[A game Blue Brain Games that, while not bringing anything innovative compared to the genre, is still appreciable also because it is quite long-lived (... if you do not use the "skip"). You can spend a few hours playing pleasantly thanks to a "rich" plot that unfolds a little too slowly but is nevertheless engaging and articulate. Static images, music and movies are of good quality. Hidden object scenes are built on multiple levels and offer a variety of interesting "mechanisms" of action. The mini-games are not very demanding, and you will find almost all the schemes designed to date ... Not bad! The map is well organized, while the diary offers too many annotations. Just as there are too many dialogues to be "digested". There are no "goals" to unlock, and this allows a very relaxed game action. There is a bonus chapter, which actually represents the conclusion of the story, complete with a challenging final battle and escape to freedom. Unfortunately it is only in English, but it is still sufficiently playable in this language. Of course, it would also take Italian! I recommend it, especially if you find it at a super-discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - May 2nd 2018
Was this helpful? Yes No

Forest Legends: The Call of Love Collector's Edition
 – 

Molto intrigante e ben sviluppato

Bisogna dirlo: ci vorrebbero più giochi di questa qualità! Certo, ci troviamo davanti ad un classico game punta-e-clicca firmato dal team di Alawar Stargaze con una storia molto fiabesca e piena di cliché, e non c'è dubbio che ci siano fin troppi dialoghi da dover "digerire". Ma l'insieme è decisamente di valore: la meccanica point-and-click è intuitiva, i rompicapo sono progettati in modo intelligente e un sistema di suggerimenti ben sviluppato consente di procedere agevolmente nell'azione. Inoltre, le immagini di sfondo sono molto gradevoli, con veri e propri panorami magnificamente impreziositi da sentieri e radure scure della foresta, visibilmente illuminati con luci spettacolari e ricchi di animazioni improvvise. Molto intrigante e ben sviluppato il meccanismo delle "pozioni magiche", e viene anche proposto un capitolo bonus ambientato diversi anni dopo gli eventi della storia principale. In conclusione: l'unica vera pecca è l'assenza della lingua italiana! Per questo tre stelle, ma lo consiglio. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[It must be said: it would take more games of this quality! Of course, we are faced with a classic point-and-click game signed by the team of Alawar Stargaze with a story very fairytale and full of cliches, and there is no doubt that there are too many dialogues to be "digest". But the set is definitely valuable: point-and-click mechanics are intuitive, the puzzles are cleverly designed and a well-developed hint system allows you to easily proceed with the action. Moreover, the background images are very pleasant, with real panoramas magnificently embellished with dark forest paths and clearings, visibly illuminated with spectacular lights and full of sudden animations. The mechanism of the "magic potions" is very intriguing and well developed, and a bonus chapter is also proposed, set several years after the events of the main story. In conclusion: the only real flaw is the absence of the Italian language! For this three stars, but I recommend it. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Apr 26th 2018
Was this helpful? Yes No

Where Angels Cry - Tears Of The Fallen Collector's Edition
 – 

Eccellente, purtroppo qui è solo in inglese

Una produzione Cateia Games davvero eccellente, che supera di molto il primo episodio della saga (intitolato semplicemente "Where Angels Cry") sia dal punto di vista della trama sia per quanto riguarda la giocabilità complessiva. In sintesi: effetti visivi di valore, immagini e filmati di alta qualità, audio e musiche di sottofondo incantevoli, voci fuori-campo eccellenti e che si adattano bene a ogni personaggio. Un interfaccia ricco e ben studiato (ottime la guida strategica e la mappa) permette di concentrarci in modo adeguato sulle scene con oggetti nascosti in stile classico ed i mini-giochi. Alcune azioni richiedono l'uso del "combiner": invece di applicare un singolo oggetto dell'inventario a un'attività, a volte è necessario trovare una serie di elementi per poter progredire. Le scene con oggetti nascosti sono abbastanza semplici, mentre enigmi e mini-giochi oscillano tra il facile ed il complicato. Ma ciò che rende questo game decisamente notevole è la trama: molto coinvolgente, ben sviluppata e carica di pathos, ci fa vivere un'avventura nel 13esimo secolo per molti aspetti originale e che merita di essere apprezzata. Di alta qualità gli "extras", mentre il capitolo bonus rappresenta una storia dentro la storia assolutamente da non perdere. Purtroppo su questo store è soltanto in inglese, ma è comunque sufficientemente giocabile in questa lingua. Per sottolineare che ci vorrebbe anche la lingua italiana, vale la pena acquistarlo se è a un prezzo scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[A truly excellent production Cateia Games, which far exceeds the first episode of the saga (simply titled "Where Angels Cry") both from the point of view of the plot and as regards the overall playability. In short: high-quality visual effects, high-quality images and movies, enchanting background music and sound, excellent off-field voices that fit well with each character. A rich and well-designed interface (excellent strategic guidance and the map) allows you to focus properly on scenes with hidden objects in classic style and mini-games. Some actions require the use of the "combiner": instead of applying a single inventory item to an activity, sometimes it is necessary to find a set of elements in order to progress. The scenes with hidden objects are quite simple, while puzzles and mini-games swing between the easy and the complicated. But what makes this game definitely noteworthy is the plot: very engaging, well developed and full of pathos, it makes us experience an adventure in the 13th century in many aspects original and that deserves to be appreciated. High quality "extras", while the bonus chapter represents a story in the history that is not to be missed. Unfortunately, this store is only in English, but is still sufficiently playable in this language. To underline that it would also take the Italian language, it is worth buying it if it is at a discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Apr 17th 2018
Was this helpful? Yes No

Statue of Liberty – The Lost Symbol
 – 

Datato, con alcune qualità

Un gioco con una trama "ricca" che si dipana un po' troppo lentamente ma è comunque coinvolgente e articolata. Le immagini statiche sono di buona qualità, così come le musiche. Sono presenti anche alcuni "effetti" scenici che rafforzano l'impatto complessivo della storia. Dal punto di vista tecnico, il game è datato: risente molto del passare del tempo e propone una lunga serie di scene con oggetti nascosti decisamente vecchio stile (eccessivamente piene per i gusti di oggi!) e che vengono riproposte più volte. Non tutti i mini-giochi sono di facile comprensione: spesso mancano spiegazioni precise su come affrontarli. Non esiste una mappa e quindi si è costretti a lunghi giri, semplificati solo se si ricorre all'aiuto che "spiega" le azioni da compiere. Nota positiva: la serie di aneddoti sulla Statua della Libertà disseminati qua e là, che rappresentano un tocco di qualità. Tre stelle e il consiglio di acquistarlo per qualche ora di divertimento senza troppo impegno e senza pretendere troppo. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[A game with a "rich" plot that unfolds a little too slowly but is nevertheless engaging and articulated. The static images are of good quality, as well as the music. There are also some scenic "effects" that reinforce the overall impact of the story. From a technical point of view, the game is dated: it is much affected by the passage of time and offers a long series of scenes with very old-fashioned hidden objects (too full for today's tastes!) And which are repeated several times. Not all mini-games are easy to understand: there are often no precise explanations on how to deal with them. There is no map and so you are forced to long laps, simplified only if you use the help that "explains" the actions to be performed. Positive note: the series of anecdotes about the Statue of Liberty scattered here and there, representing a touch of quality. Three stars and the advice to buy it for a few hours of fun without too much effort and without asking too much. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Mar 28th 2018
Was this helpful? Yes No