Reviews by Roberto Guarchi

Mushroom Age
 – 

Artigianale ma divertente

Che dire, di questo gioco del 2010 (su questo store solo in inglese)? Di certo è molto "artigianale" rispetto agli standard di oggi, sicuramente va giocato su uno schermo grande (gli oggetti da trovare sono proprio ben nascosti), indubbiamente ha un prezzo alto se rapportato alla qualità complessiva del game, ed è un dato di fatto che va "in palla" ogni tanto. Eppure merita di essere giocato perché ha una bella storia tra il giocoso, l'inverosimile ed il serio. Una storia che contiene diversi spunti "etici" decisamente apprezzabili, almeno secondo me. Inoltre si sviluppa su ben 23 livelli con tante scene con oggetti nascosti e una bella manciata di puzzle e mini-giochi, anche di logica e di cultura. Lo spazio qui disponibile non è sufficiente per descrivere tutte le "stramberie" a cui si va incontro! Dal punto di vista della giocabilità non aspettatevi grandi cose. Però di certo sono garantite un bel po' di ore di sano divertimento. Ovviamente, tre stelle. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[What about this game of 2010 (on this store only in English)? Certainly it is very "craft" compared to today's standards, certainly must be played on a big screen (the objects to find are just well hidden), undoubtedly has a high price when compared to the overall quality of the game, and it is a fact that goes "in the ball" from time to time. Yet it deserves to be played because it has a beautiful story between the playful, the unlikely and the serious. A story that contains several very "ethical" ideas, at least in my opinion. Also spread over 23 levels with many scenes with hidden objects and a nice handful of puzzles and mini-games, including logic and culture. The space available here is not enough to describe all the "stramberie" you are facing! From a gameplay point of view, do not expect great things. But certainly some good hours of healthy fun are guaranteed. Obviously, three stars. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Mar 12th 2018
Was this helpful? Yes No

Tales From The Dragon Mountain 2: The Lair
 – 

Passo avanti positivo

Il seguito di "Tales from the Dragon Mountain: The Strix", con qualche passo avanti positivo rispetto all'episodio precedente. La storia si sviluppa con linearità, la qualità dei mini-giochi è buona sebbene per me alcuni siano proprio "impossibili", le immagini e le sequenze cinematiche sono ben realizzate. Complessivamente, tre stelle perché è solo in inglese, perché l'assenza di una mappa rende alcuni passaggi un po' noiosi e perché l'ennesimo finale decisamente affrettato non premia tutto l'impegno che occorre mettere nel gioco.

[The sequel to "Tales from the Dragon Mountain: The Strix", with some positive progress compared to the previous episode. The story develops linearly, the quality of the mini-games is good although for me some are just "impossible", the images and cinematic sequences are well done. Overall, three stars because it is only in English, because the absence of a map makes some steps a bit 'boring and because the umpteenth final decidedly hasty does not reward all the effort that needs to be put in the game.]

by Roberto Guarchi, Italy - Feb 24th 2018
Was this helpful? Yes No

Tales from the Dragon Mountain: The Strix
 – 

Sufficiente

Un gioco che risente del passare del tempo, sebbene la grafica e le musiche siano non banali. Ma la sua "staticità" suona oggi anacronistica davanti a giochi con filmati, storie bonus ed "effetti speciali". In ogni caso è un buon passatempo, se si vuole giocare senza troppi pensieri. Alcuni mini-giochi non hanno una logica, e si superano solo per tentativi. Il finale è decisamente affrettato.

by Roberto Guarchi, Italy - Feb 23rd 2018
Was this helpful? Yes No

Black Rainbow
 – 

Uno stile particolare

Cateia Games ha un suo particolare "stile" di gioco, e ce lo propone anche qui. Finalmente c'è una mappa (al contrario di altri giochi Cateia), la storia e le musiche sono buone, le scene sono di alta qualità anche se statiche, mentre qualche animazione in più rende tutto più gradevole. In questo gioco, anche i tantissimi dialoghi sono più "sopportabili" e alcune frasi sono proprio "perle" di saggezza. Niente scene con oggetti nascosti, tanti oggetti da recuperare/abbinare, tantissimi mini-giochi e un finale... lungo. Se tutto ciò vi appassiona, questo gioco è fatto per voi. Per quanto mi riguarda, tre stelle come riconoscimento all'impegno "fuori dal coro".

by Roberto Guarchi, Italy - Feb 23rd 2018
Was this helpful? Yes No

Alicia Griffith – Lakeside Murder
 – 

Una bella avventura

Questo gioco firmato Agrostemma è diviso in quattro atti (quindi concluso un capitolo non è possibile tornare indietro) e si presenta denso e longevo. La storia è ben articolata, sebbene all'inizio ci si perda un po' in passaggi eccessivamente lunghi per compiere azioni che poco hanno a che fare con la trama principale. In ogni caso, ci troviamo davanti ad una bella avventura e ad una trama coinvolgente. Non sono presenti scene con oggetti nascosti mentre i mini-giochi e i puzzle sono tanti, e la loro difficoltà oscilla tra il facile ed il molto impegnativo. All'occorrenza, si possono sempre consultare le soluzioni per il gioco presenti in rete in forma video e in forma testuale: io consiglio la pagina ufficiale del gioco: http://alicia-griffith.com/. Dal punto di vista della giocabilità, si tratta sostanzialmente di un punta-e-clicca classico, e quindi è utile consultare il diario per comprendere subito quali compiti si devono affrontare. La mappa non è molto precisa ed occorre sopperire a questo limite utilizzando il tasto "aiuto" che può essere impostato con una ricarica breve. Buone le immagini, le musiche e le animazioni che raccontano pezzi di storia. Consiglio di giocarlo, magari aspettando che sia disponibile a un prezzo scontato. Giocato con iMac OS X 10.11.2 El Capitan.

[This game signed Agrostemma is divided into four acts (then concluded a chapter is not possible to go back) and is dense and long-lived. The story is well articulated, although at the beginning we lose a bit 'in excessively long passages to perform actions that have little to do with the main plot. In any case, we are faced with a beautiful adventure and an engaging storyline. There are no hidden object scenes while mini-games and puzzles are many, and their difficulty varies between easy and very challenging. If necessary, you can always consult the solutions for the game on the net in video and text form: I recommend the official page of the game: http://alicia-griffith.com/. From the point of view of gameplay, it is basically a classic point-and-click, and therefore it is useful to consult the diary to understand immediately what tasks must be addressed. The map is not very precise and you have to make up for this limit by using the "help" button which can be set with a short charge. Good images, music and animations that tell pieces of history. I recommend playing it, maybe waiting for it to be available at a discounted price. Played with iMac OS X 10.11.2 El Capitan.]

by Roberto Guarchi, Italy - Feb 21st 2018
Was this helpful? Yes No

Mythic Wonders: The Philosopher's Stone Collector's Edition
 – 

Grezzo ma ricco

Ci troviamo davanti ad un game ad oggetti nascosti del settembre 2015 e quindi per alcuni aspetti ancora "grezzo" se lo si confronta con quelli del 2018. Sembra proprio che per questo genere di giochi l'evoluzione nel tempo sia molto rapida. La storia ha una trama solida e si viaggia in cinque mondi, le immagini delle scene sono molto belle, mentre le musiche e le scene cinematiche sono di livello sufficiente. Dal punto di vista della giocabilità, si presenta molto ricco: sono presenti praticamente tutte le azioni che oggi consideriamo "classiche", sia nelle scene con oggetti nascosti sia nei mini-giochi. Il livello complessivo è abbastanza semplice, e si può giocare con rilassatezza. Forse le parti più divertenti sono utilizzare l'Artefatto ed individuare tutti gli oggetti mutevoli. Peccato che su questo store sia solo in inglese! Comunque, tre stelle per la "ricchezza" complessiva del game, e il consiglio di giocarlo se lo trovate ad un prezzo scontato.

[We are faced with a hidden object game of September 2015 and therefore for some aspects still "raw" if we compare it with those of 2018. It seems that for this kind of games the evolution over time is very rapid. The story has a solid plot and you travel in five worlds, the images of the scenes are very beautiful, while the music and cinematic scenes are of sufficient level. From the point of view of gameplay, it is very rich: there are practically all the actions that today we consider "classic", both in scenes with hidden objects and in mini-games. The overall level is quite simple, and you can play with relaxation. Perhaps the funniest parts are using the Artifact and identifying all the changing objects. Too bad that this store is only in English! However, three stars for the overall "wealth" of the game, and the advice to play it if you find it at a discounted price.]

by Roberto Guarchi, Italy - Jan 29th 2018
Was this helpful? Yes No

Grim Legends: The Forsaken Bride Collector's Edition
 – 

Storia coinvolgente e tecnica notevole

Un game di grande valore (purtroppo qui è solo in inglese...), la cui storia densa e profonda riesce a essere molto coinvolgente. Immagini, scene cinematiche e musica sono di alta qualità, e la tecnica messa in campo è davvero notevole. Questo vale ancor di più se si guarda ad altri giochi della casa di produzione, in cui si sono persi in parte tali elementi per favorire probabilmente un più facile approccio complessivo ma a discapito dell'intensità delle azioni da compiere e del livello avventuroso delle storie. Viene da dire: è il mercato, bellezza! Ma è un peccato... Dal punto di vista della giocabilità, ci troviamo davanti a scene con oggetti nascosti molto interattive ed a mini-giochi di buon livello, mentre gli oggetti collezionabili (denominati "elusivi" e "spiriti") sono da cercare con molta cura prestando attenzione anche alle "pop screens". Quattro stelle: assolutamente consigliato!

[A game of great value (unfortunately here it is only in English ...), whose dense and profound history manages to be very engaging. Images, cinematic scenes and music are of high quality, and the technique used is really remarkable. This is even more true if you look at other games in the production company, where you have lost some of these elements to probably facilitate a more comprehensive approach but to the detriment of the intensity of the actions to be performed and the adventurous level of the stories. It is to say: it is the market, beauty! But it's a shame ... From the point of view of gameplay, we find ourselves in front of scenes with very interactive hidden objects and mini-games of good level, while collectible objects (called "elusive" and "spirits") are to look for with great care paying attention also to the "pop screens". Four stars: absolutely recommended!]

by Roberto Guarchi, Italy - Jan 21st 2018
Was this helpful? Yes No

Enigmatis: The Shadow of Karkhala
 – 

Alte vette

Artifex conferma che è in grado di raggiungere ancora alte vette (tanto per restare in sintonia con la storia)! In particolare, il "meccanismo" delle scene con oggetti nascosti viene ulteriormente perfezionato, con abbinamenti multipli che stimolano la ricerca. (Quasi) nulla da eccepire: storia intrigante che conclude degnamente la trilogia, mini-giochi abbastanza semplici, filmati davvero ben fatti, così come le musiche e le scene. Quattro stelle. Decidete voi, io lo consiglio.

[Artifex confirms that it is able to reach still high peaks (just to stay in tune with the story)! In particular, the "mechanism" of hidden object scenes is further refined, with multiple pairings that stimulate research. (Almost) nothing to complain: intriguing story that concludes the trilogy worthily, simple enough mini-games, really well made movies, as well as music and scenes. Four stars. You decide, I recommend it.]

by Roberto Guarchi, Italy - Jan 3rd 2018
Was this helpful? Yes No

Lucky Clover
 – 

Livello basso

Un gioco che immagino sia stato pensato per i bambini: è infatti molto infantile e sostanzialmente richiede di trovare lo stesso tipo di oggetto in ogni singola scena. Le battute e le rime riescono a malapena a strappare un sorriso, e anche le immagini sono di livello basso. Complessivamente, è solo un gioco che al massimo si può definire "rilassante" per un bambino. Tre stelle (solo per simpatia...) e il consiglio di acquistarlo unicamente se lo trovate a un prezzo super-scontato, perchè si possono trovare giochi per i più piccoli di livello molto superiore anche dal punto di vista educativo!

[A game that I imagine was designed for children: it is in fact very childish and basically requires to find the same type of object in every single scene. The jokes and rhymes can barely tear a smile, and even the images are low. Overall, it is only a game that can be described as "relaxing" for a child. Three stars (just for sympathy ...) and the advice to buy it only if you find it at a super-discounted price, because you can find games for children of a much higher level also from an educational point of view!]

by Roberto Guarchi, Italy - Dec 16th 2017
Was this helpful? Yes No

Paranormal Pursuit: The Gifted One Collector's Edition
 – 

Molto bello, peccato sia solo in inglese

I punti di forza di questo gioco (pubblicato da Alawar, realizzato da Logris Games e rilasciato nel 2014) sono la trama molto intrigante, la buona musica e la grande qualità di immagini e "cutscenes". Contiene diverse scene con oggetti nascosti, quasi tutte "progressive": occorre trovare un oggetto e usarlo per trovare il successivo. Si tratta di un meccanismo intelligente, che richiede attenzione per la risoluzione delle scene. Dal punto di vista della giocabilità è un game abbastanza semplice anche a livello di mini-giochi, e conferma tutte le indicazioni elencate nella pagina di presentazione. Buona la guida strategica. Segnalo che alcuni oggetti collezionabili sono nascosti anche nelle "pop screens": attenti quindi a non perderli! La mappa per viaggiare velocemente tra le scene non è sempre precisa, e in un mini-gioco si dovrebbero ruotare gli elementi con il "tasto destro", che nei mouse Mac non esiste. Utilizzate al momento giusto le abilità paranormali del ragazzo al centro della storia poi quelle della ragazza, divertitevi a trovare i collezionabili (presenti anche nel capitolo bonus, molto bello)... e individuate il logo Logris ben nascosto in alcuni punti particolari! E' solo in inglese (peccato!), ma è comunque sufficientemente giocabile in questa lingua. Consiglio decisamente questo gioco anche se, ovviamente, per noi italiani vale la pena acquistarlo se è a un prezzo super-scontato.

[The strengths of this game (published by Alawar, made by Logris Games and released in 2014) are the very intriguing plot, good music and great image quality and "cutscenes". Contains several scenes with hidden objects, almost all "progressive": you need to find an object and use it to find the next one. This is a clever mechanism that requires attention for scenes resolution. From the point of view of gameplay it is a fairly simple game even at the level of mini-games, and confirms all the indications listed on the presentation page. Good strategic guidance. I would point out that some collectable objects are also hidden in "pop screens", so be careful not to lose them! The map for fast travel between the scenes is not always accurate, and in a mini-game you should rotate the elements with the "right mouse button" that does not exist in Mac Mice. Use at the right moment the paranormal skills of the boy in the middle of the story then the girl's, have fun finding the collectors (also present in the bonus chapter, very nice) ... and identify the Logris logo well hidden in some particular points! It is only in English (pity!) But it is still playable enough in this language. I strongly recommend this game though, of course, for us Italians is worth buying if it is at a super-discounted price.]

by Roberto Guarchi, Italy - Nov 28th 2017
Was this helpful? Yes No

Endless Fables: The Minotaur's Curse Collector's Edition
 – 

Mitico e mitologico

Il produttore di questo gioco conferma che è in grado di essere ancora... mitico (tanto per restare in sintonia con la storia)! In particolare, anche in questo game il meccanismo delle scene con oggetti nascosti viene ulteriormente perfezionato, con abbinamenti multipli che stimolano la ricerca. (Quasi) nulla da eccepire: storia accettabile dal respiro mitologico, mini-giochi complicati al punto giusto, filmati davvero ben fatti, così come le musiche e le immagini. Il capitolo bonus è semplice ma comunque apprezzabile. Unica nota dolente, secondo me, la crescita abnorme degli oggetti nascosti e mutevoli da trovare: una ricerca che alla fine distrae persino dal gioco principale (ce ne sono anche nel capitolo bonus!). Questa moda proprio non mi piace, quindi 3 stelle. Decidete voi, io lo consiglio.

[The producer of this game confirms that he is still able to be ... mythical (to keep in tune with the story)! Specifically, even in this game the mechanism of scenes with hidden objects is further refined, with multiple combinations that stimulate the search. (Almost) nothing to excuse: a story that is acceptable from mythological breath, complicated mini-games to the right point, really well-made movies, as well as music and images. The bonus chapter is simple but still appreciated. The only unfortunate note in my mind is the abnormal growth of hidden and changing objects to be found: a search that eventually distracts even the main game (there are also in the bonus chapter!). This fashion just does not like, so 3 stars. You decide, I'll advise you.]

by Roberto Guarchi, Italy - Nov 15th 2017
Was this helpful? Yes No

Age of Enigma
 – 

Statico ma divertente

Un gioco ad enigmi con varie ambientazioni, in cui dobbiamo guidare fantasmi verso la loro terra e la loro epoca. Incontriamo una "selva" di mini-giochi dentro un percorso nel classico genere "punta e clicca". Complessivamente si tratta di un game con una storia lineare, buone musiche, immagini ben realizzate... e tanta staticità. Di certo risente del tempo che è passato, eppure ci tiene incollati al monitor e assicura qualche ora di buon divertimento. Tre stelle e il consiglio di provarlo se lo trovate super-scontato.

[A puzzle game with various settings, in which we have to drive ghosts to their land and their age. We meet a "wild" mini-games within a classic "tip and click" path. Overall it is a game with a linear story, good music, well-made images ... and so much staticity. Certainly it suffers of the time it has passed, yet keeps us glued to the monitor and ensures a few hours of fun. Three stars and advice to try it if you find it super-discounted.]

by Roberto Guarchi, Italy - Nov 13th 2017
Was this helpful? Yes No

Enigmatis: The Mists of Ravenwood Collector's Edition
 – 

Interessante, con qualche difetto

In termini di puro racconto, di atmosfere, di ritmo della narrativa, Enigmatis anche con questo episodio si conferma tra le saghe più interessanti tra i titoli di Artifex. Purtroppo non è in italiano! Ci troviamo davanti a vicende al limite tra l'esoterico e il religioso e, dal punto della giocabilità, è da apprezzare l'ottima cura nei dettagli a partire dalle scene con oggetti nascosti, mentre purtroppo la varietà dei mini-giochi non è altissima: molti si basano sul movimento contemporaneo di più elementi. Altro fattore negativo è la presenza di una mappa non molto dettagliata, che costringe a ricorrere spesso all'aiuto per capire dove occorre andare. Quattro stelle perché è davvero un peccato che non sia anche in lingua italiana... per l'editore un'occasione persa per ampliare il numero degli acquirenti!

[In terms of pure tale, atmospheres, rhythm of fiction, Enigmatis also with this episode is confirmed by the most interesting sagas among the titles of Artifex. Unfortunately it is not in Italian! We find ourselves in front of the limit between the esoteric and the religious and, from the point of playability, we appreciate the great care in details from scenes with hidden objects, but unfortunately the variety of mini-games is not very high: many rely on the contemporary movement of several elements. Another negative factor is the presence of a non-detailed map, which often requires assistance to understand where to go. Four stars because it's really a pity that is not even in Italian ... for the publisher a missed opportunity to expand the number of buyers!]

by Roberto Guarchi, Italy - Nov 10th 2017
Was this helpful? Yes No

Portal of Evil - Stolen Runes Collector's Edition
 – 

Ottimo e multilingue - Great and multilingual

Prima di tutto va detto che il game è multilingue (italiano compreso), non solo in inglese come viene indicato nella presentazione. Si tratta di un tipico gioco d'avventura, ma la storia molto coinvolgente (ambientata in Italia!), le ottime immagini, le stupende scene cinematiche e la presenza di alcuni mini-giochi creativi compensano la mancanza di innovazione. Il sistema di suggerimenti è estremamente utile, mentre la mappa consente spostamenti veloci e facili tra le diverse località. Ottimo il fatto che la guida strategica sia in italiano! Si viaggia in ben 8 capitoli, e questo rende il game molto longevo. Le scene con oggetti nascosti, sebbene siano fin troppo piene, ci invitano a compiere azioni "logiche" (tenetele d'occhio perché le "incrocerete" più volte) e offrono diversi tipi di approccio nella ricerca. Gli extra e il capitolo bonus rendo tutto più ricco. Complessivamente, è un gioco molto emozionante, proposto in questo store ad un prezzo più che accettabile considerata la sua lunghezza. Quattro stelle solo per alcuni piccoli "bug" su iMac OS X El Capitan (ad esempio: nelle scene con oggetti nascosti si fa fatica a riportare gli oggetti nell'inventario), ma lo consiglio decisamente.

[First of all, the game is multilingual (including Italian), not just in English as indicated in the presentation. This is a typical adventure game, but the very engaging story (set in Italy!), The great images, the great cinematic scenes and the presence of some creative mini-games compensate for the lack of innovation. The system of suggestions is extremely useful, while the map allows fast and easy moving between the different locations. Great is the fact that strategic guidance is in Italian! It travels in 8 chapters, and this makes the game very long. Scenes with hidden objects, though they are too full, invite us to perform "logical" actions (keep an eye out for crossing them over and over) and offer different types of research approaches. Extra bonuses and bonuses make everything richer. Overall, this is a very exciting game, offered in this store at a price that is more than acceptable considering its length. Four stars only for some small "bugs" on iMac OS X El Capitan (for example: in hidden object scenes, it's hard to bring objects back into the inventory), but I definitely recommend it.]

by Roberto Guarchi, Italy - Oct 7th 2017
Was this helpful? Yes No

Mysteries Of The Undead Cursed Island
 – 

Non funziona su iMac 10.11.2

Attenzione: su iMac OSX El Capitan 10.11.2 questo gioco non si avvia. Sconsigliatissimo!

[Warning: on iMac OSX El Capitan 10.11.2 this game does not start.]

by Roberto Guarchi, Italy - Oct 5th 2017
Was this helpful? Yes No

Cadenza: Havana Nights
 – 

Un ottimo gioco

Un ottimo gioco firmato Mad Head Games, che ci porta all'Havana nel 1952. Quindi una storia realistica, ma con un tocco di "stregoneria" che rende tutto più coinvolgente. Dal punto di vista tecnico, siamo ad un livello superiore rispetto alla media dei games con oggetti nascosti: le scene HO in cui dobbiamo agire sono infatti ben studiate e richiedono un approccio diverso di volta in volta, con anche alcune idee a mio parere davvero brillanti. Pure i mini-giochi sono ben presentati, sebbene risultino in gran parte decisamente facili. Ottime le immagini, mentre le scene cinematiche sono efficaci dal punto di vista "comunicativo", un po' in stile grafic novel. Dato il tema dell'avventura ed il contesto in cui si svolge, spiccano le musiche, che considero di grande valore. Le azioni da compiere per procedere nella storia, pur ricalcando tanti elementi classici per questo genere di giochi, sono in parte originali: ad esempio, scoprite voi cosa si può fare avendo una corda ed un candelabro... Io consiglio di scaricare la demo, provare il gioco e... andare avanti! Anche in questo caso, peccato che sia solo in inglese: per l'editore un'occasione persa per ampliare il numero degli acquirenti.

[A great game signed with Mad Head Games, which brings us to Havana in 1952. So a realistic story, but with a touch of "witchcraft" that makes it all the more engaging. From a technical point of view, we are at a higher level than the average of games with hidden objects: the HO scenes we have to act are well studied and require a different approach from time to time, along with some ideas that I think were really brilliant . Even mini-games are well-presented, though they are largely easy to find. Great images, while cinematic scenes are effective from a "communicative" point of view, somewhat in a graphic novel style. Given the theme of the adventure and the context in which it unfolds, the music stands out, which I consider to be of great value. The actions to go through in history, even though they have many classic elements for this kind of games, are in part original: for example, find out what you can do by having a rope and a candelabrum ... I recommend downloading the demo, try the game and ... go ahead! Even in this case, it is a pity that it is only in English: for the publisher a missed opportunity to expand the number of buyers.]

by Roberto Guarchi, Italy - Sep 29th 2017
Was this helpful? Yes No

Macabre Mysteries: Curse of the Nightingale Collector's Edition
 – 

Non funziona su iMac El Capitan

Attenzione, su iMac OSX El Capitan 10.11.2 le "pop screens" non funzionano: si apre una finestra bianca e questo, ovviamente, non va assolutamente bene. Sconsigliatissimo!

[Warning, on iMac OSX El Capitan 10.11.2 the "pop screens" do not work: a white window opens and this, of course, does not go well.]

by Roberto Guarchi, Italy - Sep 25th 2017
Was this helpful? Yes No

Bridge to Another World: Burnt Dreams
 – 

Longevo e ordinato!

Un buon gioco, longevo e ordinato. La storia si sviluppa in ben quattro mondi diversi secondo il classico meccanismo della ricerca della persona amata (in questo caso il fratello del protagonista) e lungo il cammino si incontrano diversi personaggi da aiutare per liberarli dalla loro "condanna". Quindi, nulla di originale ma la forza di questa storia sta nel fatto che procede in modo ordinato, con il supporto di una mappa precisa che indica dove e quando compiere ogni azione necessaria per andare avanti. Anche le scene con oggetti nascosti, sebbene siano fin troppo piene, ci invitano a compiere azioni "logiche" (tenetele d'occhio perché le "incrocerete" più volte). I mini-giochi sono accessibili e con un moderato livello di difficoltà. Spicca piacevolmente su tutto la presenza del piccolo drago che ci aiuterà nei passaggi cruciali ed è realizzato con una particolare cura tecnica e grafica. Il gioco non offre sequenze cinematiche di grande qualità e l'impostazione grafica complessiva è un po' troppo "fumettosa" per chi è ormai abituato a games molto realistici, ma complessivamente merita di essere giocato. Scaricate la demo, provatelo e... andate avanti! Peccato che sia solo in inglese... per lo sviluppatore anche in questo caso un'occasione persa per ampliare il numero degli acquirenti.

[A good game, long and tidy. The story unfolds in four different worlds according to the classic search mechanism of the loved one (in this case, the brother of the protagonist) and along the way there are several characters to help to free them from their "condemnation." So nothing original but the strength of this story is that it proceeds neatly, with the support of a precise map showing where and when to take every action you need to move forward. Even scenes with hidden objects, though they are too full, invite us to perform "logical" actions (keep an eye out for "crossing" them several times). Mini-games are accessible and with a moderate level of difficulty. It stands out pleasantly on the presence of the little dragon that will help us in the crucial steps and is realized with a particular technical and graphic care. The game does not offer high-quality kinematic sequences, and the overall graphic layout is a little too "comic" for those who are now accustomed to very realistic games but overall deserves to be played. Download the demo, try it and ... go ahead! It's a shame that it's just in English ... for the developer also in this case missed an opportunity to expand the number of buyers.]

by Roberto Guarchi, Italy - Sep 23rd 2017
Was this helpful? Yes No

Azada: Elementa
 – 

Un gioco ricco con qualche pecca

Un gioco "ricco" perché ci fa viaggiare in ben quattro mondi diversi, con una storia che si dipana un po' troppo lentamente ma è comunque coinvolgente. Dal punto di vista tecnico, risente del passare del tempo e su un Mac recente in certi punti non risponde subito ai comandi. Propone una lunga serie di scene con oggetti nascosti e tanti mini-giochi. Le scene con oggetti nascosti sono vecchio stile (troppo piene per i gusti di oggi...) e anche in questo caso contengono una serie di azioni da compiere. I mini-giochi oscillato tra la facilità assoluta e la complessità estrema. La mappa ci permette di spostarci velocemente da una scena all'altra (non capisco perché ogni volta ci venga chiesto se davvero vogliamo spostarci!), ma ci indica solo le possibili azioni da compiere e non il momento giusto in cui si devono compiere. Simpatica la possibilità offerta di "creare" e "abbellire" il proprio "pet" con le "monete virtuali" raccolte. Amuleti da completare e una pozione magica arricchiscono il gioco. Peccato che sia solo in inglese... per lo sviluppatore anche in questo caso un'occasione persa per ampliare il numero degli acquirenti. Complessivamente, tre stelle e l'invito a provare almeno la demo!

[A "rich" game because it makes us travel in four different worlds, with a story that goes down a bit too slowly but is still engaging. From a technical point of view, the time lag and a recent Mac at some point does not respond immediately to commands. It features a long series of hidden object scenes and many mini-games. Scenes with hidden objects are old-fashioned (too full for today's tastes ...) and even in this case contain a number of actions to accomplish. Mini-games swung between absolute ease and extreme complexity. The map allows us to move quickly from one scene to another (I do not understand why every time we are asked if we really want to move!), But it only indicates the possible actions to be taken and not the right time to do it. Simply the opportunity to "create" and "embellish" your "pet" with the "virtual coins" collected. Amulets to complete and a magic potion enrich the game. It's a shame that it's just in English ... for the developer also in this case missed an opportunity to expand the number of buyers. Overall, three stars and the invitation to try at least the demo!]

by Roberto Guarchi, Italy - Sep 21st 2017
Was this helpful? Yes No

Living Legends: Bound by Wishes
 – 

Buona tecnica, e storia appassionante

Un buon gioco dal punto di vista tecnico, e una storia appassionante dal punto di vista narrativo. Sono questi i due elementi vincenti del game, che propone un percorso lineare e molto coinvolgente. Le scene con oggetti nascosti sono piacevoli da giocare, mentre le immagini di ottima qualità e le scene cinematiche di buon livello chiudono il cerchio. Di contro, i mini-giochi sono quasi tutti molto semplici e in parte ripetitivi, forse per rendere il game molto accessibile. Peccato che sia solo in inglese... Quattro stelle, e il consiglio di giocarlo. A voi la decisione finale.

[A good game from a technical point of view, and a fascinating story from a narrative point of view. These are the two winning elements of the game, which offers a linear and very engaging route. Scenes with hidden objects are fun to play, while high-quality images and good-quality cinematic scenes close the circle. Conversely, mini-games are almost all very simple and partly repetitive, perhaps to make the game very accessible. It's a pity that it's just in English ... Four stars, and the advice to play it. To you the final decision.]

by Roberto Guarchi, Italy - Sep 18th 2017
Was this helpful? Yes No